Nessuna attesa o prenotazione: il controllo si effettua mediante l’autoanalisi.

L’autoanalisi in farmacia permette di misurare parametri tra i più comuni nella prevenzione ed individuazione di importanti patologie,con il metodo dell’autoprelievo capillare, una pratica indolore che permette di raccogliere alcune gocce di sangue, sufficienti ad effettuare parecchie delle analisi comunemente prescritte dai medici.

I campioni biologici vengono inseriti in appositi supporti(reagenti)ed inseriti in macchinari certificati,testati e collaudati che garantiscono l’attendibilità dei risultati. In pochi minuti è possibile ricevere i risultati da presentare al proprio medico di famiglia.

Il prelievo per le analisi del sangue viene in genere effettuato la mattina, possibilmente dopo il digiuno notturno, ossia a stomaco vuoto, in modo tale che non si verifichino alterazioni dei risultati a causa di sostanze ingerite con il cibo.
Monitorare periodicamente glicemia, trigliceridi e colesterolo previene l’insorgenza o il peggioramento di complicanze croniche.

Autoanalisi del sangue

Profilo lipidico completo: questo test misura i principali parametri usati come parte della stima del rischio cardiaco per determinare il rischio individuale di sviluppare una patologia cardiaca.I lipidi sono un gruppo di grassi e molecole simili ai grassi e sono costituenti importanti delle cellule, nonché una fonte di energia. Il monitoraggio e il mantenimento entro valori normali di questi lipidi è importante per rimanere in salute.

Profilo lipidico + glicemia: ai parametri misurati con il profilo lipidico completo viene aggiunta la glicemia,in modo da avere un quadro completo per il controllo e lo sviluppo di malattie cardiovascolari e metaboliche.

Colesterolo HDL: a differenza dell’LDL, detto anche colesterolo “cattivo” poiché ha la tendenza ad ossidarsi ed a formare “placche ateroscletoriche” che si attaccano alle pareti delle arterie ed ecco perché un valore troppo alto di colesterolo LDL può essere causa di infarti e ictus.   chiamato “colesterolo buono”,il colesterolo HDL svolge anche funzione da spazzino nel suo passaggio dai tessuti al fegato, ed è quindi utile. Un valore di colesterolo HDL è ottimale quando maggiore di 60 mg/dl.

Colesterolo totale: è un grasso che viene fabbricato dal nostro fegato ma può anche derivare dall’assunzione di alcuni alimenti. In particolari condizioni, soprattutto con il progredire dell’età anagrafica del paziente, bisogna tenere sotto controllo questo valore in modo tale da prevenire malattie cardiovascolari

Trigliceridi: anche in questo caso si tratta di sostanze grasse che vengono prodotte dal nostro fegato o introdotte nell’organismo con l’assunzione di alcuni cibi. Quando i risultati riportano alti livelli di trigliceridi bisogna fare degli esami di controllo e diminuire l’assunzione di tali alimenti in quanto c’è il rischio di malattie cardiovascolari.

COLESTEROLO: LIVELLI LIPIDICI OTTIMALI
Colesterolo Totale Minore di 200 mg/dl
Colesterolo LDL Minore di 100 mg/dl
Colesterolo HDL Maggiore di 60 mg/dl
Trigliceridi Minore di 150 mg/dl

Glicemia: E’ il parametro con cui si indica la concentrazione di glucosio nel flusso sanguigno. In pratica si tratta di misurare la quantità di zucchero che circola nel sangue,per controllare l’eventuale predisposizione a sviluppare il diabete,o in caso di malattia diagnosticata,per verificare l’efficacia delle cure.

Valori di riferimento della glicemia plasmatica
  • NORMALITÀ A DIGIUNO  →  Glicemia  = 60-110 mg/dL
  • ALTERATA GLICEMIA A DIGIUNO  →  Glicemia  = 110-125 mg/dL
  • RIDOTTA TOLLERANZA GLICIDICA  →  Glicemia  = 140-200 mg/dL
  • DIABETE  →  Glicemia  ≥ 126 mg/dL

Coaguchek: determina i valori PT (tempo di protrombina) e INR derivato (Rapporto Internazionale Normalizzato) da una singola goccia di sangue intero (8 μL). Strumento  pratico per il monitoraggio delle terapie antiaggreganti orali

Per chi non assume farmaci, i valori normali sono compresi nei seguenti intervalli:

Tempo di protrombina (PT): 11-13 secondi;

INR: 0,9-1,3

Emoglobina glicata: il test dell’emoglobina glicata permette di determinare la qualità media del controllo della glicemia nei 2-3 mesi precedenti al test e, in tal modo, di valutare l’efficacia della terapia in atto. L’emoglobina glicata è una particolare forma di emoglobina, una proteina che si trova sulla superficie dei globuli rossi e svolge la funzione di trasportare l’ossigeno a tutti gli organi ed i tessuti dell’organismo. Si parla di emoglobina glicata quando all’emoglobina si lega il glucosio in alte concentrazioni: questo determina una minor efficacia del ruolo svolto generalmente dall’emoglobina, che in queste condizioni non è in grado di trasportare il giusto quantitativo di ossigeno.

In presenza di glicemia alta, l’emoglobina glicata si trova in maggiori concentrazioni e questo provoca una serie di ripercussioni all’interno dell’organismo, proprio perché appunto agli organi che ne hanno bisogno non arriva il giusto apporto di ossigeno.

L’emoglobina glicata viene misurata per verificare i livelli di glucosio nei pazienti che soffrono di diabete: insieme all’esame della glicemia viene infatti spesso raccomandato anche il test dell’emoglobina glicata in quanto permette di valutare la condizione in un lasso di tempo maggiore.

I valori normali dell’emoglobina glicata, nei pazienti sani, si assestano intorno al 5%,mentre nei pazienti affetti da diabete non dovrebbero superare il 7%: fino a tale soglia si è in presenza di un buon controllo della glicemia.

Analisi delle intolleranze alimentari: è un test di intolleranza alimentare finalizzato ad identificare quei cibi che scatenano la produzione di anticorpi IgG, che possono essere causa di vari problemi tra i quali sindrome dell’intestino irritabile, intolleranze specifiche, eczemi, artrite ecc. Questo test non identifica le reazioni di tipo allergico.

Tale test si basa sulla metodica ELISA. Con poche gocce di sangue ed in soli 40 minuti, si può verificare la presenza di intolleranze a 46 gruppi di alimenti, per un totale di 52 alimenti. La sensibilità e la specificità del test sono elevatissime, così come la riproducibilità dello stesso. Il check up fornisce consapevolezza della qualità delle abitudini alimentari, identificando l’eventuale abuso di certi alimenti, utile punto di partenza per intraprendere un nuovo percorso alimentare.

Autotest per l’HIV: Attualmente non esiste un vaccino in grado di prevenire l’infezione da HIV. Tuttavia, sono disponibili trattamenti per i soggetti infetti che riducono in maniera sostanziale il rischio di trasmissione;può servire come complemento dei servizi diagnostici convenzionali.

E’ stato messo a punto per offrire un metodo pratico e confidenziale per controllare il proprio status HIV dopo una possibile esposizione al virus verificatasi più di tre mesi prima,mediante un semplice prelievo di sangue dal polpastrello di un dito,si ottiene il risultato in 15 minuti

In caso di risultato positivo, il test mette la persona in condizioni di rivolgersi al medico e di avviare il trattamento dopo aver svolto un esame di laboratorio di conferma. Se il trattamento dell’infezione da HIV viene iniziato tempestivamente, l’aspettativa di vita delle persone colpite è simile a quella del resto della popolazione. Infatti, la mortalità degli uomini con infezione da HIV trattati con terapia antiretrovirale per più di tre anni è comparabile a quella della popolazione generale.

Se il risultato è negativo, significa che la persona probabilmente non ha contratto l’infezione e il suo status HIV non desta preoccupazioni, sempre che il rischio più recente di esposizione risalga ad almeno tre mesi prima.
In Italia, 3695 nuovi casi di HIV* nel 2014. Il rischio di infezione rimane quindi reale.

E’ un test rapido per l’HIV che potete svolgere a casa, è il primo e unico auto-test per la diagnosi dell’infezione da HIV ad aver ottenuto il Marchio CE dall’organismo notificato francese (LNE/G-MED).
Disponibile in farmacia e può essere acquistato senza prescrizione medica.

Test per la celiachia: E’ un test autodiagnostico brevettato per una rapida identificazione degli anticorpi anti-tTG IgA associati alla malattia celiaca tramite un semplice prelievo di sangue dal polpastrello. Data la sua alta specificità e sensibilità questo test può essere usato come aiuto nella diagnosi della celiachia, ma ricordiamo che la diagnosi finale e definitiva spetterà al medico.

Il test richiede solo 1 goccia di sangue (10 microlitri) preso da un polpastrello e può essere effettuato e valutato in 10 minuti. Il tutto è praticamente indolore.

Biocard™ Celiac Test è anche un ottimo strumento per monitorare l’efficacia di una dieta priva di glutine una volta iniziata (solo su indicazione e consiglio del medico).

Approfondimento: Cosa è la celiachia?

Test Helicobatter Pylori: E’ un test autodiagnostico veloce, sensibile e da fare comodamente a casa propria utile come ausilio nella diagnosi di infezione da Helicobacter Pylori, che può essere collegato con ulcera peptica, infiammazione della mucosa gastrica e duodenale e altri disturbi.

Il test richiede richiede solo 1 goccia di sangue (10 microlitri) preso da un polpastrello e può essere effettuato e valutato in 10 minuti. Il tutto è praticamente indolore.

Approfondimento: Cosa è l’Helicobacter Pylori?